Sicurezza, ora legge

La Camera ha approvato in via definitiva il decreto legge per il contrasto alla criminalità organizzata e all'immigrazione clandestina, a partire dalla presenza di militari in chiave anti-camorra in Campania. I voti a favore sono stati 281 e quelli contrari 204.

Il decreto era stato approvato dal governo il 2 ottobre, pochi giorni dopo la strage di immigrati africani a Castelvolturno, nel casertano.

Questi i punti principali del testo:

Invio di militari

foto: carabinieriIl dl prevede l'invio di un massimo di 500 militari in aree in cui, a fronte di un'emergenza criminale, sia necessario assicurare un più efficace controllo del territorio. La missione del contingente scade il 31 dicembre.

Immigrazione clandestina

Saranno costruiti nuovi centri di identificazione ed espulsione. Per la loro realizzazione sono stati stanziati sono stati stanziati 3 milioni di euro per il 2008 e 37,5 milioni negli anni 2009 e 2010. In totale, per la lotta all'immigrazione clandestina saranno disponibili 3 milioni per il 2008, 37,5 milioni per il 2009, 40,47 milioni per il 2010 e 20 milioni a partire dal 2011.

Fondo per le vittime della mafia

È stato disposto un aumento straordinario di 30 milioni di euro del Fondo di solidarietà alle vittime dei reati mafiosi. Le risorse, chiarisce il testo, possono essere attinte anche al fondo di solidarietà per le vittime dell'usura. Non avranno diritto ad aiuti i coniugi, affini o conviventi di persone coinvolte o condannate per attività criminali, mentre potranno usufruirne i parenti, per un errore formale non corretto.

Intercettazioni

I provider sono autorizzati a conservare fino al 31 marzo 2009 i dati sul traffico telematico. A partire da quella data, poi, i gestori di telefonia dovranno conservare per 30 giorni i dati sulle chiamate senza risposta e i provider rendere disponibili i dati telematici dei loro utenti.

Giudici onorari

Ai giudici onorari è stata attribuita un'indennità di 98 euro per le udienze svolte nello stesso giorno, più altri 98 euro se l'impegno giornaliero supera le 5 ore.

[27 novembre 2008]