Condividi su Facebook Condividi su Twitter Aggiungi a Digg Aggiungi a Google Bookmarks Condividi su MySpace Aggiungi a Technorati

Riavvicinamento Usa-Russia: per la sicurezza nel mondo

foto: berlusconi

In questi due anni di governo, e in particolare dall’inizio della presidenza Obama, il presidente Berlusconi ha lavorato costantemente per riportare il sereno nei rapporti tra Stati Uniti e Federazione Russa. Sia nei summit internazionali (G8, G20) sia in occasione di viaggi o di incontri bilaterali con gli USA o con la Russia, il premier italiano ha esercitato la sua autorevolezza e la sua riconosciuta esperienza internazionale per fare in modo di superare le tensioni sorte nella seconda parte del 2008 a causa di alcune situazioni controverse: la decisione statunitense di schierare in Polonia e in Georgia i missili del progetto dello scudo spaziale; l’appoggio americano alla richiesta di
Ucraina e Georgia di entrare nella Nato; la crisi militare Russia-Georgia.

Tutte queste situazioni avevano portato i rapporti USA-Russia a un pericoloso livello di frizione, che rischiava di riportare indietro le lancette della storia. Essendo consapevole dell’importanza per gli equilibri mondiali di un rapporto sereno tra americani e russi, il premier italiano ha lavorato per riportare i rapporti tra i due Paesi come erano al tempo dello storico accordo di Pratica di Mare del 2003, che pose fine al lungo periodo della guerra fredda e avvicinò la Russia alla NATO.

Il lavoro ha dato i suoi frutti e il riavvicinamento tra Stati Uniti e Federazione Russa è realtà. Frutto della concordia ritrovata è stata la firma, nell’aprile 2010, dell’accordo “Start 2”, per l’eliminazione degli arsenali atomici americani e russi.

“Con il premier Berlusconi abbiamo sviluppato un rapporto forte. Quando ci incontriamo è sempre un piacere: ridiamo, scherziamo, facciamo cose concrete e serie. Il premier Berlusconi è stato un grande amico degli Stati Uniti e mio personale…. l’Italia è fortunata di avere un ottimo premier… ». Barack Obama, Corriere della Sera, 8 luglio 2010

 

[30 luglio 2010]
 

 
 
 

Approfondimenti

Frattini ed il ruolo dell'Italia in Europa e nel Mondo In Libia siamo stati fin dall'inizio a fianco del nuovo governo provvisorio. L'Italia Ŕ il primo Paese che gli ha dato il riconoscimento diplomatico. Prima della rivoluzione l'Eni copriva un terzo del   » Continua
Frattini ed il ruolo dell'Italia in Europa e nel Mondo In Libia siamo stati fin dall'inizio a fianco del nuovo governo provvisorio. L'Italia Ŕ il primo Paese che gli ha dato il riconoscimento diplomatico. Prima della rivoluzione l'Eni copriva un terzo del   » Continua
Italia protagonista in Europa e nel Mondo Ritrovato il ruolo che ci spetta   » Continua