Condividi su Facebook Condividi su Twitter Aggiungi a Digg Aggiungi a Google Bookmarks Condividi su MySpace Aggiungi a Technorati

Liberare il lavoro

I primi provvedimenti del governo Berlusconi in tema di lavoro mirano a raggiungere due obiettivi:

  • Incoraggiare le imprese ad assumere, attraverso la semplificazione della gestione dei rapporti di lavoro
  • Promuovere l’agevole regolarizzazione dei rapporti di lavoro o esperienze di lavoro irregolari, per dare garanzie ai lavoratori e alle imprese e far emergere il sommerso

Recupero di alcune norme della legge Biagi

  • al lavoroApprendistato e job on call - Per dare più occasioni ai giovani di entrare nel mondo del lavoro, è stato semplificato l'apprendistato e reintrodotto il lavoro a chiamata.
  • Buoni prepagati per lavori occasionali - Regolarizzazione attraverso i vaucher prepagati dei lavori occasionali (giardinaggio, baby sitting, lavori stagionali degli under 25 o da pensionati, vendemmia, ecc.) prestati a famiglie, imprese familiari, imprese agricole, imprese del turismo.
  • Assunzioni riservate ai diversamente abili - E’ possibile adempiere l'obbligo di assunzione di una specifica quota di lavoratori diversamente abili attraverso l'appalto a cooperative sociali che occupano questi lavoratori.

Abolizione divieto di cumulo dei redditi da lavoro e da pensione

Per tutte le pensioni di anzianità e di vecchiaia dal primo gennaio 2009 è abolito il divieto di cumulo con i redditi da lavoro. La norma avrà carattere retroattivo. L'abolizione del divieto si autofinanzierà mediante l'emersione del lavoro nero.

Meno adempimenti burocratici per le imprese

Abrogati libro matricola e libro paga, sostituiti dal “libro unico del lavoro”. Abrogato l’obbligo delle dimissioni volontarie su modulo del Ministero del Lavoro. Meno adempimenti per straordinari, lavoro notturno e calcolo delle ore di riposo. Semplificata la dichiarazione di assunzione: invio telematico del prospetto, invio del prospetto solo se i dati modificano la situazione aziendale, eliminazione dell'obbligo di certificazione, sanzioni più eque in caso di omessa comunicazione.

Meno vincoli per professionisti e partite iva

Eliminato l’obbligo per i titolari di partita Iva di presentare annualmente gli elenchi dei clienti e dei fornitori. Abolita la tassa di 1,5 euro per gli assegni non contenenti la clausola 'non trasferibile' e riportato a 12.500 euro il tetto per poter effettuare pagamenti in contanti o con assegni. Tra le novità in campo fiscale, soppresso l'obbligo per lavoratori autonomi e professionisti di tenere un conto corrente bancario o postale esclusivamente dedicato all'esercizio dell'attività. Piena deducibilità dell'Iva e deduzione Irpef/Ires al 25% per le spese sostenute presso alberghi e ristoranti.

Giustizia civile più rapida

Nel nostro Paese esiste un arretrato di quasi 5 milioni di processi civili, dato che si ripercuote negativamente sul sistema economico e scoraggia gli investimenti esteri. Per avere una drastica riduzione dei tempi del processo civile e l'effettività della tutela giurisdizionale, il governo ha stabilito l'introduzione del rito sommario e informale per le cause che hanno ad oggetto il pagamento di una somma di denaro; la possibilità che il testimone possa rendere la prova testimoniale per iscritto, senza recarsi in tribunale; l'uso del mezzo telematico per le
comunicazioni e le notifiche; l'ampliamento della giurisdizione dei giudici di pace.

Meno tribunale per le controversia di lavoro

Per cercare di ridurre il mezzo milione di cause da lavoro che ogni anno ingolfano i tribunali, è promosso l’uso di strumenti alternativi al tribunale per la risoluzione delle controversie, come la riforma dell’arbitrato in materia di lavoro.

Impresa in un giorno

L’avvio di una attività imprenditoriale viene sgravato di una serie di oneri amministrativi: basta la richiesta di autorizzazione o la semplice dichiarazione di inizio attività per rendere possibile avviare una impresa. Sono state inoltre semplificate le norme per lo sportello unico per le imprese, unico punto di accesso per tutto ciò che riguarda le attività produttive. Nei comuni che ne sono privi sarà la camera di commercio a svolgere questa funzione.

Semplificazione utilizzo contratti a termine

Le nuove norme prevedono la semplificazione del contratto a termine, con la possibilità di superare il vincolo di 36 mesi per stabilizzare i rapporti di lavoro.

Nuovi studi di settore

Dal primo gennaio 2009 gli studi di settore verranno elaborati anche su base regionale o comunale, sentite le associazioni professionali e di categoria.

Esteso alle filiere il sistema fiscale dei "distretti"

Anche le filiere, le reti di impresa e le catene di fornitura godranno dello stesso sistema fiscale dei “distretti”. Le modalità operative di questa misura saranno rese operative entro pochi mesi con un decreto del Ministero dello Sviluppo, di concerto con il Ministero dell'Economia e la Conferenza Stato-Regioni.

Incentivi fiscali per chi investe nelle start up

Non vengono tassate le somme reinvestite in aziende con meno di tre anni di vita (e operanti nel medesimo settore) ricavate dalla cessione di partecipazioni in società costituite da più di sette anni.

[19 luglio 2008]

 
 
 

Approfondimenti

L'eredità del governo Berlusconi Il governo Monti nel chiedere la fiducia,ha citato una lunga serie di provvedimenti firmati dal centrodestra di Silvio Berlusconi, ai quali intende dare piena attuazione e che costituiranno la cornice   » Continua
L'eredità del governo Berlusconi Il governo Monti nel chiedere la fiducia,ha citato una lunga serie di provvedimenti firmati dal centrodestra di Silvio Berlusconi, ai quali intende dare piena attuazione e che costituiranno la cornice   » Continua
Dallo Sviluppo Economico incentivi e premi per le Pmi Le due iniziative, Brevetti+ e Disegni+, per le quali sarÓ possibile presentare domanda a partire dal prossimo 2 novembre, dispongono di un finanziamento complessivo di oltre 45 milioni di euro.   » Continua